Revoca deleghe assessori e nomine – Coronavirus

Rovato, 03 Aprile 2020
Oggetto: revoca deleghe assessori e nomine

 

In poco più di una settimana il sindaco di Rovato ha inteso sollevare dai propri incarichi gli assessori Giorgio Conti (deleghe all’associazionismo e sport) e Sonia Bosio (deleghe ai servizi sociali), titolari delle deleghe più delicate in questo momento di emergenza. Contestualmente ha nominato in giunta le sig.re Valentina Bergo e l’ex sindaco Roberta Martinelli che alle scorse elezioni comunali erano rispettivamente candidate consigliere e sindaco in coalizioni opposte all’attuale maggioranza.
Solo di qualche settimana fa la nomina dell’ex vicesindaco Toscani a presidente di una società del gruppo LGH, ove il Comune di Rovato ha il peso determinato dall’essere l’azionista di maggioranza relativa della società Cogeme.

 

Chiediamo al sindaco di spiegare alla cittadinanza tutta il perché di questo vorticoso giro di revoca di deleghe e di nomine. In un momento in cui l’amministrazione comunale dovrebbe profondere lo sforzo massimo possibile in appoggio a una comunità prostrata dall’emergenza determinata dal coronavirus assistiamo invece a girandole di poltrone con evidenti riflessi in vista delle prossime elezioni comunali.

 

Attendiamo spiegazioni come, del resto, l’intera cittadinanza.

 

I consiglieri comunali
Angelo Bergomi (capogruppo PD Rovato)
Luciana Buffoli (capogruppo Rovato Civica)
Elena Zoppi (consigliere PD Rovato)

INFORMAZIONE DI PUBBLICA UTILITÀ

In questi giorni la nostra consigliera Luciana Buffoli assieme al consigliere comunale pd, Angelo Bergomi, si sono interessati, dal punto di vista delle scelte amministrative, del problema sanitario che stiamo vivendo.

Consapevoli della realtà sociale rovatese, nella convinzione che azioni semplici come il rifornirsi di medicinali presso una farmacia o il fare la spesa non dovrebbero diventare un problema per nessuno, è stato chiesto all’amministrazione comunale anche di attivarsi per creare un coordinamento volto a dare aiuto ai soggetti colpiti da questa situazione, spesso anziani senza l’aiuto di una rete familiare.

Riteniamo opportuno segnalare che, a seguito di queste istanze, sulla pagina facebook Città di Rovato è stato inserito il seguente post: “ROVATO – L’Amministrazione comunale avvisa che, da qualche giorno è possibile chiamare l’ufficio Pubblica Assistenza, ai numeri di telefono 030.7713280 e 030.7713277, per coloro che, in questo particolare momento, abbiano difficoltà a soddisfare i bisogni di prima necessità (consegna farmaci a domicilio, spesa), in quanto privi di risorse proprie”.

P.S. In consiglio comunale la formale istanza volta a smuovere l’amministrazione, anche cercando di sensibilizzarla in ordine alla necessità di operare in un tavolo di lavoro congiunto per la gestione della situazione che stiamo vivendo, è stata presentata da Luciana Buffoli in condivisione con i consiglieri Elena Zoppi e Angelo Bergomi.

I / 2020

Siamo ormai gli ultimi appuntamenti di questo filo diretto tra Rovato Civica e donne e uomini della nostra comunità, viste le elezioni comunali alle porte (probabilmente maggio). Ritengo che sia nostro diritto, e dovere, concentrarci sulle idee per il presente e il futuro di Rovato, partendo quindi dai programmi delle varie forze politiche. Aldilà dei…copia e incolla, con pezzi di propaganda presi qui e là, invito tutti ad approfondire le proposte che nelle prossime settimane, anche se timidamente, le varie forze politiche e civiche metteranno in campo, e poi a confrontarli con la credibilità delle persone che dovrebbero portarle avanti. In particolare, concentriamoci su quanto si intende fare per i giovani. Su questo Rovato ha ancora molto da fare, dalla mancanza di un CAG (Centro di aggregazione giovanile) e di politiche costanti e “robuste” per aiutare nell’orientamento alla scuola e poi anche a districarsi nel mondo del lavoro. Insomma, di cose da fare, a Rovato, ce n’è. Anche le priorità che la politica si dà sono scelte, che delineano chi siamo e dove vogliamo andare. Assieme.