Articolo IV / 2018

Ci siamo appena lasciati alle spalle il 73esimo anniversario della Liberazione dal nazifascismo. Il 25 è festa di libertà e liberazione, di partecipazione e condivisione democratica. Dal nostro piccolo osservatorio d’opposizione, crediamo che il nostro ruolo sia proprio questo: contribuire, con un ruolo vigile, critico ma costruttivo, al benessere della comunità rovatese. Quello che non è stato possibile, purtroppo, in occasione dell’approvazione definitiva della variante al Pgt, approvata dalla maggioranza (nonostante alcune assenze interne) pochi giorni fa. Come Rovato civica, assieme al Pd, siamo usciti dall’aula al momento del voto. Questo per la mancanza condivisione delle scelte programmatorie operata dall’Amministrazione. Abbiamo chiesto più volte di convocare la commissione urbanistica ad hoc per consentirci di conoscere quali strade si stessero intraprendendo. Ma questo non è accaduto, così come non si è convocata un’assemblea pubblica per informare i cittadini. Quando manca il confronto e il dialogo, è difficile votare a scatola chiusa una variante che prevede consumo di suolo, mancata pianificazione e di tutela ferma dell’interesse pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *