XI/2019

La consegna dei Leoni d’Oro del 4 novembre 2019 ha visto premiare tre uomini e una donna, ritenuti meritevoli per il ruolo svolto all’interno delle associazioni e del tessuto sociale di Rovato. Il regolamento comunale dei Leoni d’Oro prevede che il riconoscimento vada a una persona singola e non alle associazioni in quanto tale. Idealmente, però, i Leoni d’Oro vanno a tutti i rovatesi – e sono davvero molti – impegnati nel volontariato e a favore del prossimo e del più debole. Sono davvero tanti, ma le esigenze sono così in crescita che non bastano mai. L’appello è quindi quello ad aumentare il nostro impegno, soprattutto per quanto riguarda i giovani, solitamente meno numerosi nelle associazioni del territorio. Liberi Libri è al riguardo una piacevole eccezione, visto che nasce ed è costituita da giovani. Aldilà degli aspetti legali e di regolamenti delle ormai famigerate “colonne rosse” (il colore internazionale della campagna contro la violenza sulle donne), dal Comune è mancata la volontà di risolvere una vicenda che si sarebbe tranquillamente potuta superare con un minimo di elasticità e disponibilità. Volere è potere, si diceva una volta. In questo caso, non si è…voluto. Chiudo con un augurio a tutti i rovatesi, verso Santa Lucia e – più in là – le festività natalizie e di fine anno.